Villa a Massa Lubrense, dimora di Gioacchino Murat, panorama su Capri, Marina della Lobra, Vesuvio, terrazze, solarium e ampi giardini per passeggiate

Villa Murat - La dimora su Capri

Luoghi di interesse nei dintorni

Villa Murat, situata nel borgo di Santa Maria Annunziata in uno dei più incantevoli scorci su Capri e sul golfo di Napoli, è non solo il luogo ideale per trascorrere una vacanza in tutto relax, ma offre anche il vantaggio di una posizione privilegiata come punto di partenza per visitare e scoprire le bellezze dei dintorni. Da quì è possibile infatti raggiungere numerose località turistiche per splendide escursioni tra cui la vicina Sorrento, i siti archeologici di Pompei ed Ercolano, Napoli e il Vesuvio, o le celebri Capri e Ischia o ancora attraverso la splendida Amalfi drive alla scoperta delle perle della Costiera Amalfitana con Positano, Amalfi e Ravello, e tante altre località...
Inoltre da Villa Murat sono disponibili su richiesta servizi di transfer ed escursioni con vettura con conducente ed escursioni in barca.

 

La penisola sorrentina

La penisola sorrentina

Luogo amato e scelto dai romani per costruire le loro sontuose ville dove dedicarsi all'otium. Meta di viaggiatori illustri fin dal settecento: Wagner, Nietzsche, Dickens e Goethe la scelsero come tappa del loro viaggio culturale e le loro pagine ne hanno fotografato in maniera indelebile le bellezze. Antichità e classicismo, natura e delizie gastronomiche alcuni dei motivi che hanno fatto della penisola sorrentina uno dei luoghi più frequentati dal Grand Tour.
La penisola sorrentina è un tripudio di colori e sapori, di insenature e scenari mozzafiato che dominano il mare. Strutture balneari molteplici e diversificate soddisfano tutte le esigenze.

Scavi di Pompei

Scavi di Pompei

Su un pianoro roccioso formato da un’eruzione antichissima è posta la città di Pompei che venne ricoperta da una pioggia di lapilli e ceneri per 6 m di altezza durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. Grazie a quest’evento catastrofico e al conseguente stato di conservazione degli edifici è oggi possibile visitare una vera e propria città romana. Tra la fine del VII e la prima metà del VI sec. a.C., viene realizzata la prima cinta muraria, che delimitava un'area di circa 63 ettari. Verso la fine del V sec. a.C., in epoca sannitica Pompei riceve un forte impulso all'urbanizzazione e lo sviluppo urbano continua nei secoli successivi; nell’ 80 diventa colonia romana col nome di Cornelia Veneria Pompeianorum. La città ha restituito numerosi esempi di edifici pubblici (il Foro con il Capitolium, la Basilica, gli edifici amministrativi, gli edifici dedicati al culto imperiale, il macellum, le terme, il quartiere dei teatri e l'anfiteatro) e privati (Casa del Fauno, Casa del Poeta Tragico, la Casa del Menandro, la Casa dei Casti Amanti, la Villa dei Misteri) che contribuiscono a ben definire la fisionomia della città antica, sia gli aspetti artistici che quelli legati alla vita quotidiana.

Scavi di Ercolano

Scavi di Ercolano

La fondazione mitica di Ercolano è attribuita da Dionigi di Alicarnasso ad Eracle di ritorno dalla Spagna. La sua superficie era di circa 20 ettari, per una popolazione di circa 4000 abitanti. Dalla prima metà del IV sec. a.C., l’impianto urbano era articolato su tre decumani e cinque cardini, ancora non tutti completamente scavati. Durante l’età di Augusto furono costruiti o profondamente restaurati molti edifici pubblici, quali il Teatro, la Basilica di M. Nonio Balbo, l'acquedotto, la rete delle fontane pubbliche e dei castella aquarum, i templi dell'Area sacra, le Terme Suburbane, le Terme Centrali, la Palestra. Dopo il terremoto del 62 d.C., Vespasiano finanziò il restauro della cosiddetta Basilica e del tempio della Magna Mater. Diversamente da Pompei, nel 79 d.C., fu ricoperta da una fiumara di fango piroclastico per un’altezza di circa 20 m circa che ha consentito una perfetta conservazione anche dei materiali organici (vegetali, tessuti, legno, etc.).

Napoli

Napoli

Napoli ha mille volti, è il frutto di una storia secolare che si legge tra le sue strade, le chiese, i palazzi e i castelli.
La Napoli greco-romana del centro storico strutturata in decumani e cardini, dove ogni epoca ha lasciato una traccia, è in grado di stupire anche chi ci vive da sempre.
Napoli si offre generosa a chi ha voglia di esplorarla: la regale Piazza Plebiscito e il Palazzo Reale. Il monte Echia e Il misterioso Castel dell’Ovo. Il lungo mare e l'accogliente porto di Mergellina, passando per il quartiere chic di Chiaia. L’incantevole collina di Posillipo, l’isola di Nisida e l’ex area industriale di Bagnoli. Una passeggiata tra i negozi del Vomero e il caratteristico borgo del Petraio arroccato su splendide scale di pietra. Una sosta alla Reggia di Capodimonte e un’escursione nel Bosco. Solo alcuni degli innumerevoli itinerari che questa città può offrire.
Napoli è una realtà fuori dall’ordinario da vivere con tutti i sensi: arte, musica, spettacoli, piatti prelibati, luoghi segreti, una meta ideale per chi è in cerca di nuovi stimoli ed emozioni.

Capri

Capri

L’isola azzurra è il naturale prolungamento della penisola sorrentina, le rocce chiare dei Faraglioni sembrano essersi staccate dalla Baia di Ieranto e aver preso il largo, la comune natura carsica ne è testimonianza.
Capri ha ispirato scrittori, poeti e registi che l’hanno scelta come location dei loro film. Una combinazione di natura, cultura e mondanità, intorno ad un mare che va dal blu al turchese, fa di Capri una meta irrinunciabile.
La Via Krupp, l’Arco naturale, il Faro, Gradola e la Grotta Azzurra, la Scala Fenicia e Villa Jovis è difficile non innamorarsi di questo luogo incantato. Capri è l’isola chic dell’animata piazzetta e dei locali circostanti, ma è anche l’isola della pace e della quiete di Anacapri, delle passeggiate sul Monte Solaro e per i sentieri del Parco Filosofico.

La Costiera Amalfitana

La Costiera Amalfitana

Da Positano a Vietri sul Mare 36 chilometri di paradiso. Quattordici località ognuna con le sue tradizioni e le sue peculiarità per le quali vale la pena visitarle almeno una volta nella vita. Immerse in uno scenario incantevole condividono un mare cristallino dai colori intensi, una natura selvaggia, le chiese dalle cupole maiolicate e le case aggrappate all’impervia roccia. La costiera prende il nome da Amalfi per la sua posizione centrale e per il ruolo storico che ha ricoperto. Nel IX secolo ha segnato le sorti del mediterraneo insieme alle altre repubbliche marinare. Il Duomo, con il chiostro del Paradiso e la Basilica del Crocifisso e la pregiata carta d’Amalfi tra le attrazioni del posto. Da Positano con le sue stradine, le botteghe di abbigliamento e le spiagge bandiera blu, passando per il fiordo di Furore, alla grotta dello smeraldo di Conca dei Marini, dalla piazzetta sul mare di Atrani alle scale di Raito, senza parlare di Ravello e delle altre perle della costiera è un susseguirsi di emozioni, un viaggio tutto da scoprire.



Justweb srl - Web agency - Piano di Sorrento La dimora su Capri srl Sede operativa: Via Murat, 8 - 80061 - Massa Lubrense [NA] - Italy P.IVA 0597 70 31 219
Tel.: +39 081 878 90 16 - +39 3939169706/711 - Fax: +39 081 808 95 93 - E-mail: info@villamurat.com

Powered by iJustweb CMS